Misano l’isola felice (della politica) …


Misano è l’isola felice (della politica)…

logo_i10
Nella romagna solatia esiste un paese di 13 mila anime che si può considerare il fiore all’occhiello di un’intera nazione da cui trarre esempio e al di sopra di tutti i requisiti, delle medie, delle statistiche di ogni tipo di sondaggio mai effettuato per quanto concerne tutto il sistema economico finanziario di un comune. In capo siede un sindaco che all’ultima commissione si è proclamato il numero uno dei giuristi definendo, il pool di esperti dell’Associazione Avviso pubblico che hanno redatto il “Codice Etico” per la buona politica contro la corruzione e la mafia, una manica d’incapaci e con loro tutti gli amministratori che hanno adottato questo codice nel proprio comune.

Invitiamo cortesemente “l’Associazione Avviso Pubblico” , essendo un codice aperto a modifiche e correzioni, a contattare il nostro sindaco per avere, dal massimo esperto in materia, suggerimenti e spunti di come elaborare un credibile codice deontologico per i professionisti della politica contro il malaffare.

Ricordiamo inoltre al nostro sindaco che l’impegno per una buona amministrazione, non va delegato solo alla legge cosi come la carica di pubblico amministratore va oltre alle norme previste nei vari codici deve rispecchiare e deve essere da esempio nei valori morali e civili per una lotta unificata e trasversale alla corruzione, all’illegalità, alla mafia e alle pratiche poco trasparenti che possono nuocere all’immagine della stessa amministrazione.

Inoltre, il controllo per contrastare certi fenomeni, va effettuato a monte come ha dichiarato R.Cantone con un controllo democratico in parte svolto dai partiti e in parte dai cittadini con regole chiare e rigorose.

Ma a Misano siamo immuni ad oggi da tutto questo, non si sente la necessità di di sottoscrivere questo ” Codice Etico” ma il messaggio che viene recepito va in tutt’altra direzione.

Chiediamo quindi al sindaco e alla maggioranza di riflettere e approvare la  mozione “codice etico” all’odg del prossimo c.c. (domani) per rendere Misano un paese paladino della buona politica per il bene comune, cosi come ha fatto il comune di Cattolica la settimana scorsa aderendo inoltre all’Associazione Avviso Pubblico di cui il giudice Piergiorgio Morosini ne è portavoce!!

Il gruppo consigliare M5S Misano Adriatico

Fabio Gennari, Matteo Piccioni, Luca Gentilini, Francesca Gennari

PAGARE LE TASSE AL BUIO? A MISANO E’ POSSIBILE

11781870_10207440659403790_8578541895580909331_n

 

Quest’immagine ha avuto molto successo sul web, perché rappresenta la verità. Che si chiami TASI, TARI o IMU si parla sempre di TASSE. Chi è al governo locale, regionale e nazionale non può scaricare il barile,  deve assolutamente prendersi la responsabilità delle proprie azioni.

 

In questi giorni stanno arrivando ai cittadini Misanesi delle lettere con allegato F24 per pagare la prima rata T.A.R.I.. Un foglio di accompagnamento che dice:
“Questa amministrazione comunale, non ha ancora provveduto all’approvazione del bilancio di previsione 2015, del piano finanziario relativo ai costi di gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani e, di conseguenza, delle tariffe della tassa sui rifiuti per l’anno 2015.”
Perché? Come mai questo ritardo?
Intanto l’amministrazione comunale chiede un acconto pari al 50%, della tassa calcolata con le tariffe e gli occupanti dell’anno 2014.
A Misano si brancola…..nel buio, nessun bilancio preventivo, nessuna previsione dell’aliquota delle tasse, (magari lo faranno ad agosto, quando i cittadini sono impegnati col lavoro, e non se ne accorgerebbero) nessun coinvolgimento dei cittadini sui programmi dell’anno in corso, piano di investimenti rimandato di anno in anno, in cui ci sono vari mutui da attivare. Ma per il sindaco non si possono più richiedere per mantenere il debito Misanese sotto controllo, per essere sempre i primi della classe.
Nessuna riduzione di spesa nei servizi e nella manutenzione ordinaria del palazzo per potete diminuire la tassazione. Una amministrazione oculata è quella che taglia gli sprechi, ed i costi inutili.
Misano avrà anche abbassato l’indebitamento pro capite, (è aumentata la popolazione) facile vero? Allora perché il carico fiscale aumenta?
Il Sindaco risponderà che “i grillini” sono disinformati perché nel prossimo c.c. la prossima settimana, si voterà aliquota… Noi siamo disinformati come tutti i cittadini di Misano, in quanto il tutto viene deciso da loro, nelle segrete stanze con scelte politiche non condivise.
Cari Misanesi poniamoci questa domanda? Si naviga a vista, ma del futuro che ne sarà?
gruppo consigliare M5S Misano Adriatico
Foto del cedolino che è arrivato a casa

 

 

 

TARI_2015