ACQUA PUBBLICA – Comunicato stampa

acquapubblicasalerno

Di seguito il ns. comunicato sul tema “Acqua Pubblica” per fare chiarezza e spiegare come sono andate le cose.

Demagogia  : termine di origine greca che indica un comportamento politico che attraverso false promesse vicine ai desideri del popolo mira ad accaparrarsi il suo favore. Questo per il Sindaco Giannini nonché responsabile Atersir per Rimini, secondo quanto riportato dai giornali, è ciò che fanno i sindaci di destra, i comitati di “acqua bene comune” e tutti coloro che vogliono dare peso al 95,35% di elettori che hanno votato per la ripubblicizzazione dell’acqua. La forza politica di opposizione del M5S di tutta la provincia di Rimini ha espresso in tutti i consigli comunali sul tema la volontà di mantenere la parola sul referendum del 2011 sollecitando le amministrazioni nella richiesta di uno studio di fattibilità che valuti la possibilità di una gestione in-house del Servizio Idrico Integrato.

Come sempre si lascia passare il tempo inermi senza impegnarsi nel dare una risposta sensata alle scelte fatte. Lo studio di fattibilità portato da Atersir nel consiglio d’ambito non è un vero e proprio piano economico finanziario ma punta unicamente a mettere in risalto che la somma che i comuni dovrebbero versare ad Hera per rifarsi degli investimenti fatti finora dalla multi utility è oltremodo inaffrontabile per qualsiasi amministrazione ad oggi. Nessuno si è adoperato per trovare soluzioni o forme di finanziamento agevolato, provvedimenti regionali, coinvolgimento della cassa depositi e prestiti, niente di niente! E tutto questo perché è più semplice dire che una cosa non si può fare piuttosto che impegnarsi per dare seguito a ciò che il PD stesso aveva sostenuto nel 2011, in quel 95,35%, ma che ora, per qualcuno, non ha più lo stesso valore. Perché stare a guardare inermi e arrivare sempre alla scadenza di un periodo lungo 3 anni (siamo in regime di proroga del contratto Hera dal 2012)?

Perché aspettare al varco che i piani finanziari e strutturali vengano fatti da singoli comuni pro in-house invece di appoggiare le richieste fatte nei vari consigli comunali di una maggiore chiarezza, come dovrebbe fare ATERSIR, unica diretta responsabile del settore? Se chi voleva un approfondimento soffre di demagogia, allora chi prende le decisioni senza averci creduto minimamente è quantomeno superficiale e incoerente. La decisione dell’ultimo consiglio d’ambito porterà alla gara europea, dove sicuramente il vantaggio di chi già gestisce il servizio si conta in 113 milioni di euro di investimenti già sostenuti e che invece le probabili concorrenti dovrebbero sborsare.

Tutto in regola, ma l’amaro in bocca rimane per un’occasione mancata dove si poteva dare seguito alla volontà dei cittadini ma questo poteva avvenire solo se chi è alla guida dei comuni (per la maggior parte del PD) ci avesse creduto davvero.

Gruppo consigliare M5S Misano Adriatico

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 2.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: -1 (from 1 vote)

Comunicato stampa sulla fondazione 

Il M5S, resta fermamente contrario alla nascita di questa fondazione, dato la poca chiarezza con cui è stata fatta e condivisa. Ci teniamo a specificare che sin dall’inizio i promotori della fondazione, avevano optato per non stipendiare il direttivo, quindi il lavoro del presidente, perciò non la prendiamo come una rinuncia dello stipendio. Altro che volontariato! Qui si parla di arruolamento. I soldi che vengono messi sulla fondazione derivano dal contributo dei partecipanti in piccola parte ed il comune ( perciò tutti i cittadini Misanesi) mette 38.000 €, senza alcun parere e/o confronto. Il direttivo non è stato scelto a caso, ma è tutto nella loro compagine senza novità alcuna. ( vedi presidente e vice ) persone già conosciute a Misano in termini di politica (Bellettini sia per Misano Eventi, ma anche perché è un geometra che tuttora lavora su Misano, oltre che essere stato candidato alle ultime elezioni politiche per il comune di Tavoleto, mentre la vice Presidente, Pala, è la madre dell’ex assessore Bertuccioli). Vorremmo vedere come verranno spesi nel dettaglio gli introiti della tassa di soggiorno, ( che come ha detto il funzionario comunale, tutt’ora deve essere riscossa la quota di giugno ). Noi daremo battaglia finché verranno spesi per riqualificare Misano, il lungomare e le aree turistiche. ( Il gettito e’ destinato a finanziare interventi in materia di turismo,manutenzione,fruizione e recupero beni culturali e ambientali locali e dei relativi servizi pubblici locali,come indicato in modo specifico nel suddetto regolamento). Inoltre valuteremo, ogni azione di controllo per questo nuovo organismo perché, “spesso in Politica le fondazioni non garantiscono la trasparenza e l’informazione, che dovrebbero dare, dato la delicatezza del ruolo che rivestono”.
Il gruppo consigliare M5S Misano Adriarico

In risposta all’articolo pubblicato ieri sul resto del carlino

 

fondazione

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Tagli alla TASI per i cittadini che puliscono i parchi

A settembre tutto riparte, e bisogna rimboccarsi le maniche…  e,  visti i problemi che ci sono stati quest’estate, con le innumerevoli lamentele sia di persona che sui social network sulla gestione del verde pubblico della nostra città, abbiamo deciso di proporre una Mozione per tagliare le tasse ai cittadini che lavoreranno per mantenere pulita Misano.  A Modena il M5S ha fatto approvare in consiglio un regolamento per tagliare la TASI a chi si adopererà per tener pulito il centro storico, le piazze e le zone verdi:

http://www.modenatoday.it/politica/baratto-amministrativo-m5s-modena-sassuolo.html

Pensiamo sia un atto dovuto, portare il baratto amministrativo, anche nella nostra città.

Alcuni cittadini molto bravi e volenterosi hanno iniziato a farlo (a gratis) e sinceramente non mi sembra corretto non strutturare un regolamento per una questione del genere di primaria importanza per Misano.

Ecco l’articolo uscito oggi sul carlino (grazie per la pubblicazione).

Buona lettura e buona giornata,

Luca Gentilini – Capogruppo consigliare M5S Misano Adriaticoarticolo carlino 26082015

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Gestione servizio illuminazione pubblica

Stiamo lavorando da tempo, con un gruppo di lavoro interno agli attivisti, allo studio delle nuove soluzioni per l’illuminazione pubblica.

Tra i documenti, ne vorremmo condividere uno assieme a tutti voi. E’ un documento lungo ma interessante e con molti dettagli perché traccia le linee guida sull’affidamento del servizio e sulle varie tipologie di società.

E’ molto importante che tutti ne vengano a conoscenza perché c’è dentro l’ABC di come può essere gestito un patrimonio comunale finalizzato al risparmio energetico,
dalle possibili forme “in house” alla ESCO, dai certificati bianchi ottenibili, ai piani di ammortamento.
Insomma una vera guida, che poi in senso generale vale anche per altri fonti, penso ad esempio all’acqua pubblica!
Porteremo questi argomenti in commissione per condividere e cercar di spronare l’amministrazione e la maggioranza sull’importanza di un rinnovo del servizio e di uno sviluppo innovativo della nostra città.

Download (PDF, 3.19MB)

Luca Gentilini

Capogruppo consigliare gruppo M5S Misano Adriatico

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

L’ultimo consiglio

In realtà è l’ennesimo consiglio che diamo alla maggioranza, cioè quello di firmare la “carta di avviso pubblico” così com’è, senza modifiche degli articoli che ne vanno a snaturare il significato. Tutti i comuni e le persone firmatarie, sono populisti e demagogici come noi? Può darsi, ma se non avete nulla da nascondere dovete firmarla così com’è.

Qui il link al progetto: http://www.avvisopubblico.it/home/progetti/progetti-in-corso/carta-di-avviso-pubblico/

Di seguito invece il filmato dell’ultimo consiglio

Buona visione e buona giornata,

Gruppo Consigliare

M5S Misano Adriatico

 

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: -1 (from 1 vote)

Buon ferragosto a chi lavora!

chaplin_tempi_moderni

Ieri, ci è arrivata questa mail che pubblichiamo di seguito.  Abbiamo già risposto a chi ci ha scritto per dare le informazioni sulle legislazioni comunali e regionali su questo tema. Le aziende hanno “diritto ad aperture 7 giorni su 7” essendo il nostro un comune che ha come attività principale il turismo. Stiamo lavorando anche in commissione lavoro su questi temi con i nostri cittadini in parlamento, un esempio lo potete trovare qui

Ciao,

 volevo chiedere a tutti voi del movimento se è possibile che il comune possa regolare le chiusure festive degli esercizi commerciali.
Io sono una commessa arrivata allo sfinimento visto che la mia azienda fa spallucce a tutte le sacrosante feste marcate in rosso sul calendario. Non ho quasi più una vita sociale e familiare ( e così i miei colleghi) visto che il riposo compensativo infrasettimanale non serve per riuscire a passare del tempo con chi si ama. Posso capire i mesi estivi di luglio e agosto e quello di dicembre ma per il resto dell’anno mi piacerebbe avere una vita. So che ci sono leggi che permettono quello che la mia azienda sta facendo, ma so anche che ci sono dei comuni che hanno scelto di “liberare la domenica” e quindi vietare le aperture selvagge. Mi piacerebbe che anche Misano lo facesse. E’ possibile secondo voi? Su scala nazionale mi rendo conto sarà un’utopia, ma almeno il nostro comune può dare un buon esempio di partenza?
Intanto grazie per aver letto questo sfogo.
Spero possiate aiutare tutti quelli nella mia condizione.
Buon lavoro

 

Vorrei far presente a tutti che siamo dalla parte di chi lavora e vogliamo restituire veramente dignità alla parola lavoro e ai diritti di tutti i lavoratori. Un pensiero va  soprattutto a chi lavora in questi caldi mesi estivi.

Buon ferragosto a tutti,

Luca Getilini

capogruppo M5S Misano Adriatico

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

La maggioranza se le canta e se le suona da sola!

 IMG_20150801_150135

“Cronaca di una notte (di consiglio) di mezza estate”


 L’altra sera, 30 luglio 2015, ore 20:45 i consiglieri del Movimento Cinque Stelle di Misano Adriatico, dopo la lettura di un breve discorso, hanno lasciato in silenzio e tutti insieme la sala del Consiglio Comunale.
Questo gesto e stato l’epilogo di una situazione ormai non più tollerabile e frutto di considerazioni che hanno portato il gruppo consigliare all’estrema reazione di prendere la parola subito dopo il primo appello e di abbandonare i lavori senza fornire ulteriori spiegazioni se non quelle lette dal consigliere incaricato Fabio Gennari.


Il Gruppo Consigliare intende fugare ogni speculazione in merito a tale gesto: qualcuno dirà, come è stato detto in sala che il M5S “si sottrae al confronto democratico” o che tiene un atteggiamento “poco democratico”.


Ora, le motivazioni le potete trovare proprio nel breve discorso letto prima di abbandonare l’aula. Discorso che viene qui di seguito allegato proprio per spiegare con chiarezza e trasparenza le vere motivazioni del gesto.
Un sistema democratico richiede un confronto democratico e un rispetto degli altri interlocutori.

Forse è proprio il caso di liquidare la vicenda con un battuta dialettale che, al netto del colore folcloristico disvela la grottesca realtà su quanto sta accadendo sul piano politico misanese: “E brech me livri ui’ha det urcion!” (L’asino alla lepre ha detto “orecchione”!)”.

Alla luce dell’ultima commissione in cui l’unico risultato che si è ottenuto è stato uno show-monologo del sindaco sui temi all’odg. In modo poco educato, prepotente e irriverente, in cui la minoranza provava a ricercare un confronto franco con dati alla mano ed esempi pratici; l’obbiettivo era intavolare un dialogo su temi fondamentali per la cittadinanza come la trasparenza, legalità e rifiuti. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato l’emendamento presentato dalla maggioranza sulla mozione del “codice etico” che era una vera e propria presa in giro e un insulto per l’associazione “Avviso Pubblico” che l’ha redatto e il pool di esperti, professionisti, e amministratori pubblici che si sono impegnati in questo.
Inoltre è una occasione mancata per il comune di Misano e per questa amministrazione che oltre a vantarsi per bandiere blu e verdi decide di privarsi del vessillo ben più importante che è quello della trasparenza, imparzialità, disciplina e lotta ad ogni tipo di corruzione come la carta costituzionale prevede. Principi fondamentali per una buona politica!!


Con scelta sofferta abbiamo deciso di lasciare l’aula del consiglio comunale, in cui tutti i cittadini misanesi sono rappresentati, ritirando tutte le mozioni in odg. sperando per il futuro in un dialogo più proficuo, utile e di condivisione su temi basilari. In quanto ad oggi constatiamo che Misano è guidato da un padre-padrone, un uomo solo al comando che si erge al di sopra di tutto e di tutti!!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)

Misano l’isola felice (della politica) …


Misano è l’isola felice (della politica)…

logo_i10
Nella romagna solatia esiste un paese di 13 mila anime che si può considerare il fiore all’occhiello di un’intera nazione da cui trarre esempio e al di sopra di tutti i requisiti, delle medie, delle statistiche di ogni tipo di sondaggio mai effettuato per quanto concerne tutto il sistema economico finanziario di un comune. In capo siede un sindaco che all’ultima commissione si è proclamato il numero uno dei giuristi definendo, il pool di esperti dell’Associazione Avviso pubblico che hanno redatto il “Codice Etico” per la buona politica contro la corruzione e la mafia, una manica d’incapaci e con loro tutti gli amministratori che hanno adottato questo codice nel proprio comune.

Invitiamo cortesemente “l’Associazione Avviso Pubblico” , essendo un codice aperto a modifiche e correzioni, a contattare il nostro sindaco per avere, dal massimo esperto in materia, suggerimenti e spunti di come elaborare un credibile codice deontologico per i professionisti della politica contro il malaffare.

Ricordiamo inoltre al nostro sindaco che l’impegno per una buona amministrazione, non va delegato solo alla legge cosi come la carica di pubblico amministratore va oltre alle norme previste nei vari codici deve rispecchiare e deve essere da esempio nei valori morali e civili per una lotta unificata e trasversale alla corruzione, all’illegalità, alla mafia e alle pratiche poco trasparenti che possono nuocere all’immagine della stessa amministrazione.

Inoltre, il controllo per contrastare certi fenomeni, va effettuato a monte come ha dichiarato R.Cantone con un controllo democratico in parte svolto dai partiti e in parte dai cittadini con regole chiare e rigorose.

Ma a Misano siamo immuni ad oggi da tutto questo, non si sente la necessità di di sottoscrivere questo ” Codice Etico” ma il messaggio che viene recepito va in tutt’altra direzione.

Chiediamo quindi al sindaco e alla maggioranza di riflettere e approvare la  mozione “codice etico” all’odg del prossimo c.c. (domani) per rendere Misano un paese paladino della buona politica per il bene comune, cosi come ha fatto il comune di Cattolica la settimana scorsa aderendo inoltre all’Associazione Avviso Pubblico di cui il giudice Piergiorgio Morosini ne è portavoce!!

Il gruppo consigliare M5S Misano Adriatico

Fabio Gennari, Matteo Piccioni, Luca Gentilini, Francesca Gennari

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

PAGARE LE TASSE AL BUIO? A MISANO E’ POSSIBILE

11781870_10207440659403790_8578541895580909331_n

 

Quest’immagine ha avuto molto successo sul web, perché rappresenta la verità. Che si chiami TASI, TARI o IMU si parla sempre di TASSE. Chi è al governo locale, regionale e nazionale non può scaricare il barile,  deve assolutamente prendersi la responsabilità delle proprie azioni.

 

In questi giorni stanno arrivando ai cittadini Misanesi delle lettere con allegato F24 per pagare la prima rata T.A.R.I.. Un foglio di accompagnamento che dice:
“Questa amministrazione comunale, non ha ancora provveduto all’approvazione del bilancio di previsione 2015, del piano finanziario relativo ai costi di gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani e, di conseguenza, delle tariffe della tassa sui rifiuti per l’anno 2015.”
Perché? Come mai questo ritardo?
Intanto l’amministrazione comunale chiede un acconto pari al 50%, della tassa calcolata con le tariffe e gli occupanti dell’anno 2014.
A Misano si brancola…..nel buio, nessun bilancio preventivo, nessuna previsione dell’aliquota delle tasse, (magari lo faranno ad agosto, quando i cittadini sono impegnati col lavoro, e non se ne accorgerebbero) nessun coinvolgimento dei cittadini sui programmi dell’anno in corso, piano di investimenti rimandato di anno in anno, in cui ci sono vari mutui da attivare. Ma per il sindaco non si possono più richiedere per mantenere il debito Misanese sotto controllo, per essere sempre i primi della classe.
Nessuna riduzione di spesa nei servizi e nella manutenzione ordinaria del palazzo per potete diminuire la tassazione. Una amministrazione oculata è quella che taglia gli sprechi, ed i costi inutili.
Misano avrà anche abbassato l’indebitamento pro capite, (è aumentata la popolazione) facile vero? Allora perché il carico fiscale aumenta?
Il Sindaco risponderà che “i grillini” sono disinformati perché nel prossimo c.c. la prossima settimana, si voterà aliquota… Noi siamo disinformati come tutti i cittadini di Misano, in quanto il tutto viene deciso da loro, nelle segrete stanze con scelte politiche non condivise.
Cari Misanesi poniamoci questa domanda? Si naviga a vista, ma del futuro che ne sarà?
gruppo consigliare M5S Misano Adriatico
Foto del cedolino che è arrivato a casa

 

 

 

TARI_2015

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Il Gettone di presenza per l’attività in consiglio comunale nel 2014

Contestualmente al pagamento del nostro gettone da consiglieri comunali (in totale abbiamo ricevuto 600€), abbiamo iniziato a saldare i debiti della campagna elettorale e le spese varie (sito compreso).

Ci è sembrato giusto rendere pubblico il ns. gettone per dare a tutti il massimo della trasparenza.

La cifra avanzata nella cassa del m5s si aggira attorno a 350€, soldi che utilizzeremo per acquistar un nuovo gazebo, gadget e altro materiale per il lavoro del Meetup M5S di Misano.

Andiamo avanti a testa alta, liberi dai condizionamenti dei partiti, puntando sempre sulla partecipazione ed il coinvolgimento dei cittadini.

I consiglieri del M5S di Misano Adriatico:

Luca Gentilini,

Matteo Piccioni,

Fabio Gennari,

Francesca Gennari.

 

cedolino_piccio_2014IMG_0391cedolino_luca_2014Cedolino_fabio_2014

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)