Altra giornata politica memorabile!

20130419-232643.jpg

Che dire, anche oggi é stata un altra giornata politicamente memorabile. Cos’é successo? C’é stata l’ennesima debacle per il PD! Stanno sbagliando tutto, sono nel caos più totale… Alla fine Prodi é stato bruciato come Marini, la Bindi e Bersani si sono dimessi. Il PD, ora é un partito completamente allo sbando e assolutamente inaffidabile. Mentre la casa crolla stanno scappando, la gente protesta in strada con il motto #occupypd, la base é contro le scelte della dirigenza. Ognuno propone un nome candidato differente… Sono finiti, ora cercano l’ennesimo nome che stia bene anche al PDL… E i milioni di elettori del M5S come li rappresenteranno?

Vedremo che succederà, di certo noi lo dicevamo da tempo, loro sono incollati alle loro poltrone e sono interessati solo a quelle!!! Ma ora piano, piano li faremo svegliare, prima o poi si renderanno conto che per loro non c’é più spazio, la gente lo ha capito, ma i politici non se ne rendono conto. Alle prossime elezioni arriverà il colpo di grazia definitivo!

Movimento 5 stelle Misano Adriatico

Giornata memorabile per il PD (Partito Diviso)

Schermata 2013-04-19 alle 00.11.05

Oggi è stata una giornata storica per la politica italiana. Vi chiederete perché? Bhe, è semplice, uno dei principali partiti si è diviso completamente sulle votazioni del presidente della repubblica e, mentre i delegati avrebbero dovuto votare per Marini a grande maggioranza, la base del pd protestava! Se ne sono viste di tutte i colori (tipo gente che bruciava la tessera del partito). I giovani democratici nel frattempo protestavano sia in strada, sia su Twitter con l’hashtag #occupypd. Il responsabile di questo fallimento è senza dubbio il loro segretario, che ha perso le elezioni, si è chiuso a riccio ed ha cercato di portar avanti un nome per la presidenza, secondo lui condiviso da tutti (soprattutto dalla destra) mentre la gente fuori da Montecitorio con cartelli, megafoni faceva notare a gran voce il diffuso dissenso. Le linee sono chiare all’interno del partito diviso, c’è chi vuole rottamare la vecchia classe dirigente e si spaccia per il nuovo e chi invece come un re che non si rende conto che è finito il suo regno, cerca di salvarsi a tutti i costi!
Siamo da più di 50 giorni senza governo, con un paese che non ce la fa più. Basterebbe solo del buon senso per rimettere alcune cose a posto e ripartire!
Il nostro obbiettivo è quello di cambiare questo modo di far politica e i primi risultati verranno condivisi con tutti. Noi vogliamo un parlamento che lavori, siamo gli unici che hanno voluto le commissioni per lavorare subito, senza perder tempo. Per altri politici ciò che conta è la poltrona, non si rendono conto che il paese affonda e non c’è tempo da perdere.
Quando capiranno che per loro è finita, sarà troppo tardi! Si arrenderanno o continueranno a perseverare?

Staremo a vedere!

Movimento 5 Stelle Misano Adriatico.

Che fine ha fatto il referendum sull’acqua pubblica?

acqua_pub

Chiedono sacrifici ai cittadini, mentre non danno applicazione al referendum sull’acqua pubblica per ragioni di bilancio, varie Amministrazioni regionali (tra cui l’Emilia-Romagna) omettono di adeguare le tariffe regalando svariati milioni di € alle società che imbottigliano:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/07/acqua-in-bottiglia-business-da-2-miliardi-allanno-alle-regioni-solo-briciole/552328/

La mala politica non ha limite, ci verrà da ridere, anzi dovremmo piangere quando i nostri “Arsenio Lupin” della politica locale misanese , dovranno adeguare il servizio dell’acqua pubblica e prenderla di nuovo in carico! Ora chi ha in gestione l’acqua a Misano? Giusto sapere che direttive Europee per quanto riguarda le privatizzazioni e infrastrutture Comunali sui servizi dettano linee ed indirizzi , DEVONO ESSERE IN LIBERA CONCORRENZA DI MERCATO E LE INFRASTRUTTURE COMUNALI DOVRANNO RIMANERE DI PROPRIETA’ E CONCESSE AL MIGLIOR OFFERENTE, appunto su suddette linee, poniamo ai nostri ai cittadini dei quesiti su cui riflettere:

1- Nell’aver dato la concessione dell’acqua ad Hera, sono ad oggi rispettati gli indirizzi Europei?
2- Chi ha in concessione i tubi e infrastrutture per l’acqua?
3- Vi era un solo richiedente nell’offerta delle infrastrutture dell’acqua?
4- Perché la concessione alle infrastrutture dell’acqua è stata data ad HERA per un periodo lunghissimo, è stata fatta una valutazione corretta?
5- Ora per riprendersi a carico l’acqua, giustamente (ed HERA ha per un periodo lunghissimo nella concessione delle infrastrutture) dovremmo sborsare?
6- Ora per far tornare l’acqua nel Comune potremmo essere ricattati da HERA?
7- Chi paga se HERA ci chiederà milioni di euro in contropartita ad investimenti , avendo la concessione?
8- Avremmo l’acqua Comunale e dovremmo pagare HERA che ha la concessione sui NOSTRI TUBI e NOSTRE INFRASTRUTTURE?

SIAMO PROPRIO IN BELLLE MANI ! SPERIAMO CHE PENSINO AI POVERI CITTADINI !
Vorremmo che certi pensieri siano sbagliati e i nostri Amministratori stiano attenti !

Movimento 5 Stelle Misano Adriatico

Le Bugie hanno le gambe corte

Schermata 2013-04-07 alle 14.58.03

Oggi sulla Voce di Romagna articolo della Ns. Amministrazione e ex Sindaco Tiraferri , la mia risposta non si è fatta attendere partita lettera alla stampa che vado a sottoscrivere : Misano 07.04.2013

Spettabile redazione la Voce di Romagna

Oggetto : dovere di risposta all’articolo della ss16 su cronaca di Rimini perché tirato in ballo come persona e come responsabile di M5S

Caro Tiraferri e Amministrazione Comunale di Misano, non rinnego il mio passato, ho buona memoria e documenti che provano quel che dico, sono stato pure tra i pochi cittadini che hanno inoltrato ricorso al tracciato SS16 al Minisistero e ANAS . Tengo a precisare che sono stato Presidente del Circolo Socialista di Misano E.Tiboni per alcuni anni, un ragionamento Politico al di fuori di partiti ma che univa anime socialista su Misano, ora coordinatore del Movimento 5 Stelle a Misano il quale ha le sue idee e suoi programmi, allora non esisteva il M5S e ad oggi è libero di esprimere sue idee e programmi assumendosi le sue responsabilità! Che problema c’è dietro un nostro ragionamento condiviso nel ns. interno dire No alla SS16 ? Nell’assumerci le nostre responsabilità davanti ai cittadini, altrettanto voi le assumerete nel condividere un progetto nato, vissuto e portato avanti male ! Per dovere di cronaca e precisazione: i Socialisti per Misano, sta a loro dire il proprio pensiero non è mia intenzione prevaricarli e parlare per loro, ma in alcuni passaggi io ero con loro, facemmo una legislatura all’opposizione, dove ero semplice iscritto, ed una legislatura (non finita sono uscito prima dal Circolo) dove sono stato Presidente ed abbiamo appoggiato il Sindaco Antonio Magnani, proprio in quel frangente e in quella legislatura, venuto a sapere dal ns. Assessore che vi erano progetti per una nuova ss16 diversi da come desiderati dai Partiti, dai cittadini, da comitati, e da associazioni, mi sono alzato dalla seggiola , pure io come tanti altri a notizie non gradite e venendo a sapere falsità mi altero ! Per chi non ha buona memoria, e dopo tanti anni dovrebbe lasciare la politica e spazi per nuove idee e propositi, è scaturita subito una riunione straordinaria politica di coalizione, nasce lì un documento , seguito da comunicato stampa stilato in data 21.02.2007 firmato da Segretari e Presidenti di Democratici di sinistra, Margherita, Partito dei Comunisti Italiani, Socialisti per Misano e Verdi, coloro che appoggiavano la giunta Magnani ! Dove venuti a sapere che la nuova SS16 si fermava a Misano e andava contro i nostri programmi elettorali e contro la volontà dei cittadini si chiedeva al Ns. Sindaco e al Presidente della Provincia, alcune priorità, tra cui la ss16 dritta, visto che si era venuto a sapere pure di documenti con varianti dove la ss16 non proseguiva dritta in parallelo alla A14 stilati dal Comune di Misano in data 13.04.06 successivo alla conoscenza di accordi presi dal Ns. Sindaco Magnani in Provincia in data 16.03.2006. Come mai tanta forzatura e si lavorava senza consenso dei referenti politici locali e il disegno in parallelo alla A14 su San Giovanni e Cattolica viene eliminato ? Su Cattolica e San Giovanni hanno le loro ragioni di sovranità e giusto che decidano loro ! Ma a Misano come mai certi personaggi volevano a tutti i costi la ss16 anche se finiva a Misano ? Come mai non si è voluto cercare un accordo politico con Riccione per far proseguire la SS16 dritta forzando le linee Provinciali e far tornare gradita la ss16 oltre confine sud in parallelo alla A14 applicando la sovranità Comunale e mettendo sul tavolo del ragionamento una presumibile blocco a nord se non proseguiva a sud ? Richiesto da me e pure da altri ! Come mai con una delibera Consiliare votata a maggioranza di tutti i componenti (maggioranza e opposizione) veniva stravolta e portata avanti da alcuni Politici locali di maggioranza diversamente ? Domande che gradirei risposte da Tiraferri visto che è tirato in causa sulla ss16 , da Magnani e da Giannini ! Una volta arrivati a trasparenza saranno i cittadini a prendere soluzioni democratiche ! La politica ha bisogno di trasparenza ! Eventuale referendum propositivo è trasparenza e segno ascoltare i cittadini rendendoli partecipi a grandi scelte! Ricordo pure al ns. caro ex Sindaco Tiraferri , che non ha buona memoria e si alza palatino nella ss16, un passaggio : riunione alla San Pellegrino nel 2004, veniva proposta da lei una ss16 che finiva a Misano, ma tanti cittadini, accettavano il sacrificio di una SS16, purchè proseguisse oltre confine in parallelo alla A14 altrimenti No non ne avevamo bisogno , da lì a poco ci sarebbero state le elezioni Comunale e lascio a Voi pensare come mai Il ns. Sindaco di allora ascoltò i cittadini e fece seguire subito un documento, datato 04.03.2004 , dove c’era perplessità, dubbi e si chiedeva ad Enti preposti il proseguimento fino a Cattolica! Io sono rimasto lì e dietro quelle richieste , sempre con coerenza sul ragionamento della ss16 , la mia bandiera non gira come tira il vento , rimane con le stesse idee e propositi di quando ero dentro un ragionamento socialista pure oggi. Il Movimento è la prova reale che ideali diversi possono condividere sotto la stessa casa.
Silvio Montico

La nostra risposta all’articolo di Sandro Tiraferri, Rimini del Carlino 06.04.2013

simpson_promesse_vento

Non siamo fuori dal mondo, siamo per il rispetto del mondo e del pensiero della gente, a differenza di alcuni politici che se ne fregano dei cittadini e fanno accordi sulla loro testa per non si sa cosa in cambio !
Caro Tiraferri, darci dei matti ci sembra inappropriato, visto che proprio dai suoi capi c’è un’inversione di tendenza e indirizzi verso il rispetto ambientale, ora che capita occasione di mettere in pratica indirizzi ci da dei fuori di senno ? Bo ! Non era meglio essere coerenti con le scelte politiche di allora e suggerimenti avuti in assemblee pubbliche ? Per il suo operato politico , no comment, per incarichi da lei ricevuti ulteriore no comment, potremmo dare della politica da matti pure noi su diverse sue scelte o azioni , ma lasciamo ad altri dare sentenza e pensiero, però per quanto riguarda memoria forse non ricorda un passaggio , cerchiamo di rammentare , il M5S non c’era, ma io si, era Sindaco a Misano in una riunione pubblica alla San Pellegrino poco prima delle elezioni Amministrative cosa successe ? Lo diciamo noi, fece dietrofront sulla strada SS16 che in tante occasioni la si voleva far accettare ! In quella serata importantissima, ì cittadini a grande maggioranza, hanno richiesto la SS16 dritta fino a Cattolica, solo così avrebbero accettato lo scotto ambientale del progetto nuova ss16 ! Era il 2004, ed era da capire il momento, si andava da lì a poco al voto !
Cosa pensa ad oggi il M5S di Misano della SS16 è risaputo è un NO , ma siamo per rimettere la soluzione in mano ai cittadini con un referendum propositivo.
Non capiamo però il perché di tanta forzatura per il realizzo della nuova SS16 a Misano da parte di alcuni personaggi politici misanesi dal 2004 in avanti ! Dovrebbero essere entusiasti ad ascoltare gli indirizzi della gente ! Potrebbero governare con un filo di gas ! O forse abbiamo perso qualche passaggio e alcuni misanesi che contano vogliono senza meno la SS16 ?
Ma permetteteci di dire NO a questo progetto, non vogliamo pagare ulteriori sbagli urbanistici del centro sinistra che ci ha fatto negli ultimi 50 anni o forse più , le strade e servizi andrebbero fatte prima delle abitazioni e con linee urbanistiche lungimiranti !
Secondo noi a questo punto necessita una pausa di riflessione e fare con coraggio scelte condivise dai cittadini. Riprenderebbe credibilità la politica e i cittadini tornerebbero sovrani.