Home » Come vorresti Misano » Situazione dopo l’ultimo consiglio comunale

Situazione dopo l’ultimo consiglio comunale


m5s_consiglio_misano

Noi del Movimento 5 Stelle di Misano Adriatico, non abbiamo ancora una presenza all’interno del consiglio comunale, possiamo solamente assistere a ciò che viene deciso durante le convocazioni seguendo l’ordine del giorno.

Fino ad oggi credevamo che l’ amministrazione della cosa pubblica, fosse una cosa onorevole, dettata dall’intento di creare delle possibilità di vita più
dignitosa alla gente, condividendo i vari pensieri di chi è al comando perché è stato eletto dai cittadini.

Il consiglio comunale dello scorso Mercoledi 26 Giugno 2013, ha messo in evidenza si la spaccatura al interno dell’ opposizione, ma pochi giorni prima nella stessa situazione vi era la maggioranza. Quello che ci rende perplessi è l’atteggiamento mostrato dalle varie fazioni politiche al interno del consiglio comunale, ricco di provocazioni, insulti e prese di potere.
Si arriva addirittura ad una sorta di “denigrazione sociale” per la faccia della bandiera partitica, anche se ormai di questi periodi non bisognerebbe stupirsi piu’ di nulla visto ciò che succede a Roma con le larghe intese del nostro Governo.

I Consiglieri all’opposizione hanno richiesto chiarimenti, sollevato dubbi e perplessità su i vari ordini del giorno e puntualmente sono stati snobbati e zittiti.
I Consiglieri di maggioranza sono stati passivi, come se non ci fossero, mentre l’unico a difendere a spada tratta le proprie proposte è stato il Sindaco, a cui sembra tutto così facile e che ritiene qualsiasi obiezione carta straccia.

Il consiglio comunale dovrebbe servire a discutere le varie proposte e cercare una soluzione condivisa, unendo il pensiero dei vari rappresentanti politici che rappresentano tutta la popolazione. Quello che abbiamo visto mercoledì scorso invece è sembrato “uno show” dove la stessa persona che pone delle domande, si da anche le risposte da solo.

All’ordine del giorno vi erano vari punti da discutere, quelli di maggior rilevanza, a detta nostra, sono stati le assegnazioni dei comparti PIP di misano mare e delle aree PEEP
nella zona cella. A detta del Sindaco e Amministrazione in genere è stato fatto tutto secondo le regole, visto che non viene fatta alcuna variazione al PRG. Questo documento, molto importante per il nostro comune, è servito a pianificare tutta la nostra zona dal 1974 ad oggi, forse siamo stati uno dei primi comuni già lungimiranti per quel epoca,
ma ci chiediamo, perché quando si parla di SS16 il PRG perde di valenza e sembra che sia uno strumento urbanistico non vincolante? Come verranno presentate le decisioni prese in consiglio ai cittadini? Che città lasceremo ai nostri figli? Secondo noi occorre una visione d’insieme innovativa per la nostra città ed un confronto continuo tra
cittadini e rappresentanti dell’Amministrazione, dove il residente sia gratificato e fiero di essere misanese ed il turista orgoglioso di venire a Misano. Noi del Movimento con l’aiuto di nostri tecnici stiamo operando in questa direzione e non accetteremo che Misano si fermi o non cresca al passo con i tempi. Bisogna partire con la
riqualificazione dell’esistente!

Noi crediamo in Misano e vorremmo farla diventare un eccellenza a livello nazionale.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)