Home » Tag Archives: M5S Misano

Tag Archives: M5S Misano

TRC must go on (Comunicato congiunto dei Consiglieri a 5 stelle della provincia)

Ancora una volta dobbiamo registrare che il progetto Trasporto Rapido Costiero, meglio conosciuto come TRC, si rivela causa di forti frizioni e cartina al tornasole dei rapporti tra cittadinanza e amministrazioni locali. In questo caso ex-amministrazioni locali, considerato che il nuovo sindaco riccionese, Renata Tosi, insediatadisi nel suo ruolo poco più di una settimana fa, si é dichiarata contraria alla realizzazione del TRC.

Ma tant’é, dopo le vicende, risalenti a qualche mese fa, che hanno riguardato gli espropri e le demolizioni di manufatti privati lungo tracciato riminese del bus più controverso della Riviera (perché alla fin fine si tratterà di un’autolinea da 100 milioni di euro), questa volta “l’incidente” ha avuto come teatro Riccione.

Dove martedì pomeriggio tanti cittadini sono scesi in strada per opporsi all’ennesimo e intollerabile atto di forza di Agenzia Mobilità. Un atto arrogante e prevaricatore che segue di pochi mesi quello avvenuto in via Serra, prima dell’abbattimento di una proprietà di Walter Moretti. Cambiano le località, cambiano i colori delle giunte, ma le perplessità sull’opera restano le medesime.

Il TRC é un’opera costosissima, specie in un momento come questo di forti ristrettezze economiche, interamente finanziata con soldi pubblici.

Tutti si chiedono perché mai la politica sul TRC ha tirato diritto e non si è mai fermata a riflettere sul “costi benefici”, così come dovrebbe fare un amministratore degno di quel nome. Da cosa nasce la difesa a spada tratta di un’opera già vecchia oltre che del tutto inutile ? La risposta in realtà è molto semplice e non richiede neppure la consulenza di massimo esperto. Fiumi di denaro pubblico già spesi, sin dal 1996, con opulente consulenze e incarichi. Ora, la risposta al perché il “TRC must go on”, deve essere cercata unicamente nel rapporto tra spese (già) sostenute e opere realizzate. E ancora di più nella tipologia dell’enormità di spesa che solo in minima parte ha riguardato gli investimenti. Il TRC non è una partita in solitaria tra Rimini e Riccione perché i costi di gestione del TRC graveranno su tutti i comuni del bacino provinciale del trasporto pubblico locale (TPL). Ed è per questo che deve essere fatta chiarezza sui costi per l’interruzione del progetto e deve essere riconsiderata l’opera tenendo conto non solo di quanto è stato speso, ma di quanto costerà a tutti i comuni del bacino del TPL (area Provinciale) sostenere i costi di gestione che, come detto, non graveranno solo su riminesi e riccionesi. Un’opera inutile rispetto alle esigenze del trasporto locale, e di grande impatto ambientale, specie in un territorio come il nostro vocato al turismo.

Il Movimento 5 Stelle, pertanto, ribadisce le forti perplessità, già espresse in passato, nel merito del progetto TRC e sull’iter che ha portato alla sua messa in opera e si impegna, come ha fatto sinora, ad intraprendere ed appoggiare tutte le iniziative, da qualunque parte politica o libera associazione di cittadini esse provengano, finalizzate a rimettere in discussione un’opera che non solo rappresenta un’ ipoteca sulle capacità di spesa delle presenti e delle future amministrazioni, ma anche l’ennesima infrastruttura calata dall’alto e priva di credibili riscontri previsionali in termini di servizi resi alla comunità ed al suo tessuto economico.

I consiglieri del MoVimento 5 Stelle

Arianna Adanti (San Giovanni in Marignano)

Sara Andreazzoli (Santarcangelo)

Daniele Arduini (Morciano)

Luigi Camporesi (Rimini)

Sabrina Casamenti (San Clemente)

Vincenzo Cicchetti (Riccione)

Tiziana Formica (Montefiore)

Carla Franchini (Rimini)

Graziano Gambuti (San Giovanni in Marignano)

Fabio Gennari (Misano)

Francesca Gennari (Misano)

Luca Gentilini (Misano)

Danilo Lombardi (Bellaria)

Mauro Macrelli (Montefiore)

Luca Mazzotta (Santarcangelo)

Marco Morelli (San Giovanni in Marignano)

Gilberto Pedini (San Giovanni in Marignano)

Matteo Piccioni (Misano)

Fulvia Roselli (San Clemente)

Cristian Stacchini (Bellaria)

Gianluca Tamburini (Rimini)

TRC RICCIONE

TRC RICCIONE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Movimento 5 stelle : primo consiglio comunale 2014


 

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

1927 VOLTE GRAZIE

Il Movimento 5 Stelle di Misano ringrazia di cuore tutti coloro che hanno posto la loro fiducia e le loro speranze nella nostra visione di onestà e giustizia.
Voi, 1927, avete scelto liberamente e consapevolmente, tra tanti, 4 cittadini liberi che da oggi saranno i portavoce dei vostri pensieri all’interno del Consiglio Comunale, dove finalmente si respirerà una ventata di aria fresca. Abbiamo creato assieme a voi una comunità di persone sensibili al bene comune, coinvolte e propositive, con il fine unico di costruire e migliorare sempre.
Grazie per averci prestato la vostra voce, non vi deluderemo!

CITTADINI AL PARCO DEL SOLE

CITTADINI AL PARCO DEL SOLE

ARTICOLO PUBBLICATO OGGI 30/05/2014 SU LA VOCE (Grazie per la pubblicazione):

30052014

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sveglia Jack!!!

italia_svegliaIn tutto questo caos dovuto ai partiti PD e PDL che ci governano, occorre fare una riflessione. Nonostante le dimissioni dei ministri PDL, l’esecutivo cercherà ora solo di vivacchiare, sono saldati alle poltrone e si interessano unicamente dei loro interessi anziché risolvere i problemi degli italiani. Riflettete un attimo, gli unici che possono sistemare l’italia e non sono legati a lobby o a interessi particolari (se non quelli dei comuni cittadini) siamo noi del movimento 5 stelle. Quello che dicono i media tradizionali, gli avversari politici su di noi è tutto il contrario della realtà, perché cercano di addossarci cose mai dette o mai fatte. Ormai abbiamo capito come funziona il loro gioco e noi reagiremo cercando di sensibilizzare tutti, sia a livello nazionale che a livello locale. Alle probabili prossime elezioni nazionali (ormai quasi sicure) abbiamo l’occasione di spazzare via tutto questo marciume e semplificare finalmente tutto l’apparato burocratico italiano.

Il movimento non è un partito, ma un gruppo di cittadini che si mette in gioco stufo di dare deleghe ai soliti noti. Ricordiamo anche, a chi non ci crede, che fortunatamente i beccaccioni sono sempre meno!

Riprendiamoci la nostra cara italia!

Sveglia Jack!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Chi tutela il nostro mare?

Con questo post vogliamo approfondire la situazione legata al nostro arenile ed in particolare alle nostre spiagge. Ci vantiamo giustamente di aver conquistato la bandiera blu 2013 (che viene assegnata per una serie di parametri, non solo per la qualità delle acque) ma dando un occhiata a ciò che avevamo sulle nostre spiagge nella settimana principale (quella di ferragosto) e al comportamento di alcuni bagnini, ci viene da dire che non è tutto oro ciò che luccica. Ci viene detto dall’amministrazione che il nostro mare è splendido, che i test sulle acque vengono fatti da ARPA ad 80 metri dalla spiaggia, che è tutto a posto e che i loro test sono infallibili. Peccato che il bagno al mare la gente lo fa pochi metri dagli scogli, non ad 80 metri. Non sarebbe il caso di modificare le ordinanze di ARPA ed ampliare i comntrolli? Stiamo lavorando con i nostri colleghi anche a livello di capoluogo di provincia a questa discussione sull’analisi delle acque e, se sarà necessario, porteremo un documento all’attenzione del governo con i nostri parlamentari. La gente si sta lamentando della qualità e della pulizia delle nostre acque, questo è un dato di fatto.

Vi riportiamo di seguito alcune fotografie che testimoniano, qual’è lo stato delle nostre spiagge (in particolar modo delle spiagge libere), che si trovano in una situazione davvero degradante, perché i bagnini, che confinano con la libera, si espandono e cercano di occupare più spazio possibile impedendo ai bagnanti che vorrebbero usufruire della spiaggia e di stendere il proprio asciugamano. Non è finita qui, nella giornata di venerdì 16 agosto, in orario centrale (le 11.00 del mattino) visto che le acque erano sporche e stracolme di alghe marroni puzzolenti, i bagnini si sono apprestati a raccogliere le alghe e la sporcizia presente in mare per portarla direttamente sulla spiaggia libera, causando problemi e ribellione da parte dei cittadini/bagnanti sulla spiaggia. Quest’ultimi hanno chiamato i vigili che si sono limitati a dire che siamo nella settimana di ferragosto, che bisogna stare calmi e godersi la vacanza. Tutto bello, il problema però rimane, ed è dovuto al fatto che i bagnini danno la colpa al regolamento comunale che, essendo piena la zona destinata alla raccolta, da il mandato di sposar la sporcizia sulla zona della spiaggia libera. Noi del movimento 5 Stelle di Misano chiediamo a gran voce che si modifichi il regolamento e che:

I confini della spiaggia libera vengano rispettati sempre con sanzioni da parte dei vigili verso i bagnini che li oltrepassano;

– La pulizia delle spiagge venga effettuata di mattina e che i bagnini non gettino carriole di alghe e materiale puzzolente raccolto dal mare sulle spiagge libere;

– Deve essere dato immediatamente il divieto di balneazione in presenza di acqua sporca ed inquinata.

Per conoscenza alleghiamo anche le foto di vigili intervenuti a calmare la situazione.

Noi chiediamo, con i cittadini di Misano, che le spiagge vengano tutelate, non possiamo avere bagnanti di serie A e di serie B. Occorre sistemare al più presto questo scempio per garantire ai cittadini un mare più pulito o almeno una spiaggia decorosa.

In calce il ns. comunicato stampa sui giornali locali.

Buona giornata a tutti,

Movimento 5 stelle Misano Adriatico.


Sdraia oltre la spiaggia libera per i confini

20130816_111637confini libera

 

Situazione spiaggia nella settimana di ferragosto, zona Misano Litoranea Nord.
20808_3296432105861_266342641_n 1149091_3296422745627_1838856943_o 20130816_111754

Carriole di alghe e sporcizia sulla spiaggia libera e intervento dei vigili.

mucchia_sporcizia_libera

 

20130816_120811-1

Di seguito il nostro articolo pubblicato sulla voce:

1173731_634493099917217_1756725688_n

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Situazione dopo l’ultimo consiglio comunale


m5s_consiglio_misano

Noi del Movimento 5 Stelle di Misano Adriatico, non abbiamo ancora una presenza all’interno del consiglio comunale, possiamo solamente assistere a ciò che viene deciso durante le convocazioni seguendo l’ordine del giorno.

Fino ad oggi credevamo che l’ amministrazione della cosa pubblica, fosse una cosa onorevole, dettata dall’intento di creare delle possibilità di vita più
dignitosa alla gente, condividendo i vari pensieri di chi è al comando perché è stato eletto dai cittadini.

Il consiglio comunale dello scorso Mercoledi 26 Giugno 2013, ha messo in evidenza si la spaccatura al interno dell’ opposizione, ma pochi giorni prima nella stessa situazione vi era la maggioranza. Quello che ci rende perplessi è l’atteggiamento mostrato dalle varie fazioni politiche al interno del consiglio comunale, ricco di provocazioni, insulti e prese di potere.
Si arriva addirittura ad una sorta di “denigrazione sociale” per la faccia della bandiera partitica, anche se ormai di questi periodi non bisognerebbe stupirsi piu’ di nulla visto ciò che succede a Roma con le larghe intese del nostro Governo.

I Consiglieri all’opposizione hanno richiesto chiarimenti, sollevato dubbi e perplessità su i vari ordini del giorno e puntualmente sono stati snobbati e zittiti.
I Consiglieri di maggioranza sono stati passivi, come se non ci fossero, mentre l’unico a difendere a spada tratta le proprie proposte è stato il Sindaco, a cui sembra tutto così facile e che ritiene qualsiasi obiezione carta straccia.

Il consiglio comunale dovrebbe servire a discutere le varie proposte e cercare una soluzione condivisa, unendo il pensiero dei vari rappresentanti politici che rappresentano tutta la popolazione. Quello che abbiamo visto mercoledì scorso invece è sembrato “uno show” dove la stessa persona che pone delle domande, si da anche le risposte da solo.

All’ordine del giorno vi erano vari punti da discutere, quelli di maggior rilevanza, a detta nostra, sono stati le assegnazioni dei comparti PIP di misano mare e delle aree PEEP
nella zona cella. A detta del Sindaco e Amministrazione in genere è stato fatto tutto secondo le regole, visto che non viene fatta alcuna variazione al PRG. Questo documento, molto importante per il nostro comune, è servito a pianificare tutta la nostra zona dal 1974 ad oggi, forse siamo stati uno dei primi comuni già lungimiranti per quel epoca,
ma ci chiediamo, perché quando si parla di SS16 il PRG perde di valenza e sembra che sia uno strumento urbanistico non vincolante? Come verranno presentate le decisioni prese in consiglio ai cittadini? Che città lasceremo ai nostri figli? Secondo noi occorre una visione d’insieme innovativa per la nostra città ed un confronto continuo tra
cittadini e rappresentanti dell’Amministrazione, dove il residente sia gratificato e fiero di essere misanese ed il turista orgoglioso di venire a Misano. Noi del Movimento con l’aiuto di nostri tecnici stiamo operando in questa direzione e non accetteremo che Misano si fermi o non cresca al passo con i tempi. Bisogna partire con la
riqualificazione dell’esistente!

Noi crediamo in Misano e vorremmo farla diventare un eccellenza a livello nazionale.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Ringraziamo l’amministrazione comunale per l’ascolto

Non è giusto solo criticare, perché quando le cose vengono fatte, va riconosciuto il giusto merito  alle persone che le hanno attuate. Come moviemento 5 stelle Misano Adriatico, abbiamo richiesto, tramite un documento formale protocollato in comune, la chiusura al traffico (con new jersey) di un tratto di strada adiacente all’autodromo che veniva utilizzato come “discarica a cielo aperto”. Ora, grazie al pronto intervento dell’amministrazione, questa strada non potrà più essere utilizzata per questo scopo. Ci aspettiamo che la strada venga asfaltata e messa in sicurezza in modo da evitare degradi urbani di una zona che, tra qualche mese, ospiterà il MotoGp con un flusso di decine di migliaia di persone.

Di seguito le foto della strada prima dell’intervento:

Schermata 2013-06-12 alle 11.08.43Schermata 2013-06-12 alle 11.09.12 Schermata 2013-06-12 alle 11.08.56

Foto delle strada dopo l’intervento:

994269_10201431708179470_489301837_n5395_10201431703539354_2005684604_n10614_10201431703899363_750428116_n

 

Movimento 5 stelle Misano Adriatico.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Il Pd a livello locale – Ciclabile, Aeroporto e…

Di questi tempi, parlar male del PD, è quasi una cosa scontata, poi ultimamente anche a livello locale, non ne stanno azzeccando una. Giusto per citarne due di cose sbagliate da non dimenticare, vorremmo ricordare a tutti che l’aeroporto di Rimini, gestito da Aeradria, è pieno di debiti e sta procedendo a passi rapidi verso il fallimentoaeroporto-rimini mentre la pista ciclabile che è stata realizzata dal comune di rimini è un vero e proprio disastro.

Noi non siamo contrari alle piste ciclabili, anzi, sono nel nostro programma! Però, i progetti vanno fatti bene e non lasciati a metà prima dell’estate. E’ di qualche giorno la notizia di feriti (approfondimento sul Resto del Carlino qui) sulla pista ciclabile riminese e di cause contro il comune di Rimini, dalle quale siamo curiosi di sapere come si difenderà.

pista_ciclabileNon vogliamo essere troppo critici, infondo le immagini in questi casi parlano da sole, vorremmo solo che  i cittadini possano dire la loro ed entrare nelle decisioni importanti per la loro vita.

Questi due esempi, sono solo alcuni di una lunga lista di fatti che mettono in discussione le azioni pratiche del PD romagnolo. Ciclabile, Aeroporto e… quale sarà la prossima ??? Il TRC?

Speriamo, con tutto il cuore, che la gente si ricordi di queste cose alle prossime elezioni terrritoriali!

Purtroppo anche nelle piccole realtà i meccanismi che si sono creati e consolidati richiedono tempo per essere modificati. Noi ci batteremo per questo, per cambiare le cose, rendere tutto trasparente, semplice.

A Misano, stiamo studiando una serie di iniziative per coinvolgere i cittadini e i raccogliere i loro problemi. Tutti devono contare e devono poter dir la loro!

Rimaniamo in contatto!

Movimento 5 Stelle Misano Adriatico

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Che fine ha fatto il referendum sull’acqua pubblica?

acqua_pub

Chiedono sacrifici ai cittadini, mentre non danno applicazione al referendum sull’acqua pubblica per ragioni di bilancio, varie Amministrazioni regionali (tra cui l’Emilia-Romagna) omettono di adeguare le tariffe regalando svariati milioni di € alle società che imbottigliano:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/07/acqua-in-bottiglia-business-da-2-miliardi-allanno-alle-regioni-solo-briciole/552328/

La mala politica non ha limite, ci verrà da ridere, anzi dovremmo piangere quando i nostri “Arsenio Lupin” della politica locale misanese , dovranno adeguare il servizio dell’acqua pubblica e prenderla di nuovo in carico! Ora chi ha in gestione l’acqua a Misano? Giusto sapere che direttive Europee per quanto riguarda le privatizzazioni e infrastrutture Comunali sui servizi dettano linee ed indirizzi , DEVONO ESSERE IN LIBERA CONCORRENZA DI MERCATO E LE INFRASTRUTTURE COMUNALI DOVRANNO RIMANERE DI PROPRIETA’ E CONCESSE AL MIGLIOR OFFERENTE, appunto su suddette linee, poniamo ai nostri ai cittadini dei quesiti su cui riflettere:

1- Nell’aver dato la concessione dell’acqua ad Hera, sono ad oggi rispettati gli indirizzi Europei?
2- Chi ha in concessione i tubi e infrastrutture per l’acqua?
3- Vi era un solo richiedente nell’offerta delle infrastrutture dell’acqua?
4- Perché la concessione alle infrastrutture dell’acqua è stata data ad HERA per un periodo lunghissimo, è stata fatta una valutazione corretta?
5- Ora per riprendersi a carico l’acqua, giustamente (ed HERA ha per un periodo lunghissimo nella concessione delle infrastrutture) dovremmo sborsare?
6- Ora per far tornare l’acqua nel Comune potremmo essere ricattati da HERA?
7- Chi paga se HERA ci chiederà milioni di euro in contropartita ad investimenti , avendo la concessione?
8- Avremmo l’acqua Comunale e dovremmo pagare HERA che ha la concessione sui NOSTRI TUBI e NOSTRE INFRASTRUTTURE?

SIAMO PROPRIO IN BELLLE MANI ! SPERIAMO CHE PENSINO AI POVERI CITTADINI !
Vorremmo che certi pensieri siano sbagliati e i nostri Amministratori stiano attenti !

Movimento 5 Stelle Misano Adriatico

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Le Bugie hanno le gambe corte

Schermata 2013-04-07 alle 14.58.03

Oggi sulla Voce di Romagna articolo della Ns. Amministrazione e ex Sindaco Tiraferri , la mia risposta non si è fatta attendere partita lettera alla stampa che vado a sottoscrivere : Misano 07.04.2013

Spettabile redazione la Voce di Romagna

Oggetto : dovere di risposta all’articolo della ss16 su cronaca di Rimini perché tirato in ballo come persona e come responsabile di M5S

Caro Tiraferri e Amministrazione Comunale di Misano, non rinnego il mio passato, ho buona memoria e documenti che provano quel che dico, sono stato pure tra i pochi cittadini che hanno inoltrato ricorso al tracciato SS16 al Minisistero e ANAS . Tengo a precisare che sono stato Presidente del Circolo Socialista di Misano E.Tiboni per alcuni anni, un ragionamento Politico al di fuori di partiti ma che univa anime socialista su Misano, ora coordinatore del Movimento 5 Stelle a Misano il quale ha le sue idee e suoi programmi, allora non esisteva il M5S e ad oggi è libero di esprimere sue idee e programmi assumendosi le sue responsabilità! Che problema c’è dietro un nostro ragionamento condiviso nel ns. interno dire No alla SS16 ? Nell’assumerci le nostre responsabilità davanti ai cittadini, altrettanto voi le assumerete nel condividere un progetto nato, vissuto e portato avanti male ! Per dovere di cronaca e precisazione: i Socialisti per Misano, sta a loro dire il proprio pensiero non è mia intenzione prevaricarli e parlare per loro, ma in alcuni passaggi io ero con loro, facemmo una legislatura all’opposizione, dove ero semplice iscritto, ed una legislatura (non finita sono uscito prima dal Circolo) dove sono stato Presidente ed abbiamo appoggiato il Sindaco Antonio Magnani, proprio in quel frangente e in quella legislatura, venuto a sapere dal ns. Assessore che vi erano progetti per una nuova ss16 diversi da come desiderati dai Partiti, dai cittadini, da comitati, e da associazioni, mi sono alzato dalla seggiola , pure io come tanti altri a notizie non gradite e venendo a sapere falsità mi altero ! Per chi non ha buona memoria, e dopo tanti anni dovrebbe lasciare la politica e spazi per nuove idee e propositi, è scaturita subito una riunione straordinaria politica di coalizione, nasce lì un documento , seguito da comunicato stampa stilato in data 21.02.2007 firmato da Segretari e Presidenti di Democratici di sinistra, Margherita, Partito dei Comunisti Italiani, Socialisti per Misano e Verdi, coloro che appoggiavano la giunta Magnani ! Dove venuti a sapere che la nuova SS16 si fermava a Misano e andava contro i nostri programmi elettorali e contro la volontà dei cittadini si chiedeva al Ns. Sindaco e al Presidente della Provincia, alcune priorità, tra cui la ss16 dritta, visto che si era venuto a sapere pure di documenti con varianti dove la ss16 non proseguiva dritta in parallelo alla A14 stilati dal Comune di Misano in data 13.04.06 successivo alla conoscenza di accordi presi dal Ns. Sindaco Magnani in Provincia in data 16.03.2006. Come mai tanta forzatura e si lavorava senza consenso dei referenti politici locali e il disegno in parallelo alla A14 su San Giovanni e Cattolica viene eliminato ? Su Cattolica e San Giovanni hanno le loro ragioni di sovranità e giusto che decidano loro ! Ma a Misano come mai certi personaggi volevano a tutti i costi la ss16 anche se finiva a Misano ? Come mai non si è voluto cercare un accordo politico con Riccione per far proseguire la SS16 dritta forzando le linee Provinciali e far tornare gradita la ss16 oltre confine sud in parallelo alla A14 applicando la sovranità Comunale e mettendo sul tavolo del ragionamento una presumibile blocco a nord se non proseguiva a sud ? Richiesto da me e pure da altri ! Come mai con una delibera Consiliare votata a maggioranza di tutti i componenti (maggioranza e opposizione) veniva stravolta e portata avanti da alcuni Politici locali di maggioranza diversamente ? Domande che gradirei risposte da Tiraferri visto che è tirato in causa sulla ss16 , da Magnani e da Giannini ! Una volta arrivati a trasparenza saranno i cittadini a prendere soluzioni democratiche ! La politica ha bisogno di trasparenza ! Eventuale referendum propositivo è trasparenza e segno ascoltare i cittadini rendendoli partecipi a grandi scelte! Ricordo pure al ns. caro ex Sindaco Tiraferri , che non ha buona memoria e si alza palatino nella ss16, un passaggio : riunione alla San Pellegrino nel 2004, veniva proposta da lei una ss16 che finiva a Misano, ma tanti cittadini, accettavano il sacrificio di una SS16, purchè proseguisse oltre confine in parallelo alla A14 altrimenti No non ne avevamo bisogno , da lì a poco ci sarebbero state le elezioni Comunale e lascio a Voi pensare come mai Il ns. Sindaco di allora ascoltò i cittadini e fece seguire subito un documento, datato 04.03.2004 , dove c’era perplessità, dubbi e si chiedeva ad Enti preposti il proseguimento fino a Cattolica! Io sono rimasto lì e dietro quelle richieste , sempre con coerenza sul ragionamento della ss16 , la mia bandiera non gira come tira il vento , rimane con le stesse idee e propositi di quando ero dentro un ragionamento socialista pure oggi. Il Movimento è la prova reale che ideali diversi possono condividere sotto la stessa casa.
Silvio Montico

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)