Home » Tag Archives: M5SMisano

Tag Archives: M5SMisano

Conto Termico 2.0 – Perché non sfruttare gli incentivi?

Conto-termico

Dal 1 gennaio 2017 gli edifici pubblici di nuova costruzione e quelli sottoposti a ristrutturazione dovranno consumare “quasi zero” (edifici nZEB – per gli edifici privati tale obbligo partirà dal 1 gennaio 2019). Lo dice la Delibera di Giunta della Regione Emilia Romagna n. 967 che anticipa di due anni l’entrata in vigore di questo obbligo rispetto alla direttiva nazionale ed europea nell’ottica di garantire un patrimonio edilizio esistente sempre più riqualificato e che garantisca prestazioni energetiche sempre più efficienti e meno inquinanti.
Gli edifici pubblici esistenti sul territorio di Misano, in particolar modo le scuole, avrebbero bisogno di interventi di manutenzione ed efficientamento che in parte sono stati realizzati e in parte sono ancora da fare. Alcune scuole sono in buone condizioni ma altre, lamentano i genitori, sono vetuste e con problemi di manutenzione che comportano spese continue per le casse comunali. Alla luce delle difficoltà cui ogni amministrazione deve far fronte per il reperimento di fondi da poter investire nella riqualificazione di questi edifici siamo convinti che la possibilità di accedere ad incentivi per tale scopo sia fermamente da prendere in considerazione.
Dal 31 maggio 2016 il CONTO TERMICO 2.0 introduce una novità sostanziale nel settore degli incentivi inserendo tra i beneficiari anche le Pubbliche Amministrazione (oltre che per privati e imprese) per incrementare l’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. I fondi disponibili a tale scopo sono 900 milioni di euro annui di cui 200 destinati alle PA. Gli interventi incentivabili in edifici esistenti (riservati alle PA) sono : la coibentazione di pareti e coperture, la sostituzione di serramenti, la trasformazione in edifici nZEB (edifici ad energia quasi zero) ed altri più semplici tra cui la sostituzione di caldaie esistenti con pompe di calore ecc.
Il gruppo consiliare del M5S di Misano si appresterà appena possibile a presentare un’interrogazione in Consiglio Comunale per poter chiedere informazioni e instaurare un dialogo costruttivo circa ciò che l’amministrazione sta facendo in materia di riqualificazione energetica negli edifici pubblici del territorio, in particolare per le scuole, per poter garantire che la possibilità fornita dagli incentivi sia presa in considerazione per avere un patrimonio edilizio sempre più sicuro ed efficiente a partire proprio dagli edifici più sensibili per i fruitori ai quali sono destinati.

Gruppo consigliare M5S Misano Adriatico

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Interrogazione su disagio causato dal nubifragio 15 luglio 2016

Molti cittadini ce lo hanno chiesto e lo abbiamo fatto subito, di seguito l’interrogazione depositata oggi, in merito al nubifragio di venerdì scorso. Attendiamo la risposta scritta da parte del sindaco e della giunta.

IMG_5601 IMG_5602

Gruppo consigliare M5S Misano Adriatico.

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Tagli alla TASI per i cittadini che puliscono i parchi

A settembre tutto riparte, e bisogna rimboccarsi le maniche…  e,  visti i problemi che ci sono stati quest’estate, con le innumerevoli lamentele sia di persona che sui social network sulla gestione del verde pubblico della nostra città, abbiamo deciso di proporre una Mozione per tagliare le tasse ai cittadini che lavoreranno per mantenere pulita Misano.  A Modena il M5S ha fatto approvare in consiglio un regolamento per tagliare la TASI a chi si adopererà per tener pulito il centro storico, le piazze e le zone verdi:

http://www.modenatoday.it/politica/baratto-amministrativo-m5s-modena-sassuolo.html

Pensiamo sia un atto dovuto, portare il baratto amministrativo, anche nella nostra città.

Alcuni cittadini molto bravi e volenterosi hanno iniziato a farlo (a gratis) e sinceramente non mi sembra corretto non strutturare un regolamento per una questione del genere di primaria importanza per Misano.

Ecco l’articolo uscito oggi sul carlino (grazie per la pubblicazione).

Buona lettura e buona giornata,

Luca Gentilini – Capogruppo consigliare M5S Misano Adriaticoarticolo carlino 26082015

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Il Gettone di presenza per l’attività in consiglio comunale nel 2014

Contestualmente al pagamento del nostro gettone da consiglieri comunali (in totale abbiamo ricevuto 600€), abbiamo iniziato a saldare i debiti della campagna elettorale e le spese varie (sito compreso).

Ci è sembrato giusto rendere pubblico il ns. gettone per dare a tutti il massimo della trasparenza.

La cifra avanzata nella cassa del m5s si aggira attorno a 350€, soldi che utilizzeremo per acquistar un nuovo gazebo, gadget e altro materiale per il lavoro del Meetup M5S di Misano.

Andiamo avanti a testa alta, liberi dai condizionamenti dei partiti, puntando sempre sulla partecipazione ed il coinvolgimento dei cittadini.

I consiglieri del M5S di Misano Adriatico:

Luca Gentilini,

Matteo Piccioni,

Fabio Gennari,

Francesca Gennari.

 

cedolino_piccio_2014IMG_0391cedolino_luca_2014Cedolino_fabio_2014

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Cosa abbiamo fatto in 10 mesi – M5S Misano Adriatico

Questo post per informare tutti i cittadini, i simpatizzanti e coloro che ci seguono da più lontano, di ciò che è stato fatto nei 10 mesi dal nostro insediamento operativo in consiglio comunale. Non finiremo mai di ringraziare i quasi 2000 cittadini che con il loro voto hanno permesso l’ingresso in consiglio comunale dei nostri 4 Consiglieri: Luca Gentilini, Fabio Gennari, Francesca Gennari e Matteo Piccioni. Spesso la gente pensa male, dice che siamo come gli altri, dice che non abbiamo fatto niente, ma non è così, non sono informati visto che anche sulla stampa passano praticamente solo i messaggi della maggioranza. Il documento riportato di seguito vuole solo informare, per cui stampatelo e diffondetelo (noi lo faremo ai banchetti, su internet e ai nostri eventi).

E questo è solo l’inizio… di strada c’è ne ancora tanta sai!

Buona lettura e buona giornata a tutti.

I consiglieri del M5s di Misano Adriatico 

GDE Errore: Errore nel recupero del file - se necessario disattiva la verifica degli errori (404:Not Found)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Comunicato stampa su Acqua Pubblica – M5S Misano Adriatico

acqua_pubblica

Referendum 11-12 giugno 2011 : il 95.35% degli italiani ha votato il SI in favore della possibilità per i comuni di costituire una società “in house” per la gestione dei servizi pubblici locali; il 95,80 % ha votato SI alla determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base alla adeguata remunerazione del capitale investito.

Misano Adriatico, circolo PD 4 febbraio 2015 : Il Sindaco Stefano Giannini, rappresentante Atersir per la provincia di Rimini, ha relazionato sulla prevedibile necessità di fare una gara d’appalto pubblico per l’affidamento del servizio idrico. A partecipare alla gara sarebbe ovviamente Hera e chissà, magari una società estera desiderosa di investire nella gestione dell’acqua riminese. I contro alla scelta della Società “in house” da parte del Comune sarebbero, secondo Giannini, l’indennità di rimborso da dare al Gestore uscente pari a 113 milioni di euro per gli ammortamenti della società e il fatto che la situazione finanziaria attuale per i Comuni non permette di fare alcun investimento.

Quindi la situazione prospettata dal sindaco sembra proprio indicare che bisogna mantenere le cose come stanno perché seppure, di fatto, il comune di Misano pur essendo socio di Hera conti ben poco nelle decisioni della società, fare un passo verso una gestione completamente pubblica è troppo rischioso.

Il rischio più rilevante, a nostro parere, è che a dividersi gli utili sarebbero solo gli azionisti del Gestore del servizio piuttosto che i cittadini.

La società “in house” permetterebbe un controllo maggiore di un servizio ampio e necessario per i cittadini e probabilmente affiancando al servizio dell’acqua pubblica anche quello della raccolta differenziata i risparmi sarebbero ancora maggiori.

La fattibilità di questa scelta deve per forza considerare anche la valutazione delle ripercussioni finanziarie sul bilancio del Comune dovuto al rimborso dell’indennità a Hera (Gestore uscente). La quota parte di Misano Adriatico, sul totale di 113 milioni di euro di tale rimborso, ammonterebbe a circa 4.5 milioni di euro. E’ stato fatto uno studio dettagliato in tal senso per poter prendere una decisione in merito e non cedere unicamente all’incubo del debito pubblico.

Ci chiediamo inoltre se la Società in house sarebbe vincolata al Patto di Stabilità e quali sarebbero le entrate per il Comune dato che al momento queste ultime costituiscono gli utili di guadagno degli azionari. Nel caso venisse reso pubblico il servizio, il Comune avrebbe probabilmente delle entrate che dovrebbero essere utilizzate sul territorio, cosa molto più vantaggiosa di un Gestore che si tiene i profitti del servizio che fornisce.

L’amministrazione come può pretendere che i cittadini siano consapevoli delle scelte che essa prende se non ci sono degli approfondimenti dettagliati sui dati che vengono riportati come motivazioni principali delle loro scelte?

Dobbiamo sempre andare avanti rimanendo nello “status quo” perché c’è poco tempo per decidere? Ricordiamo che il contratto di Hera è scaduto nel 2012 ed è stato prorogato per altri 2 anni ma che il referendum è stato fatto nel 2011. Non c’è stato tempo per un’analisi specifica  cosi che i cittadini fossero coscienti di quali siano le reali effettive opzioni da valutare?

Noi del gruppo consigliare del movimento 5 stelle di Misano crediamo che sia necessario un maggior approfondimento sui dati forniti per poter valutare la scelta migliore da prendere perché il fine ultimo di ogni decisione è e deve essere il volere e il benessere dei cittadini, che ricordiamo, si sono già espressi in tal senso.

Gruppo M5S Misano Adriatico

Aggiornamento: di seguito articolo pubblicato oggi da “La Voce”, ringraziamo per la pubblicazione

image

 

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

TRC must go on (Comunicato congiunto dei Consiglieri a 5 stelle della provincia)

Ancora una volta dobbiamo registrare che il progetto Trasporto Rapido Costiero, meglio conosciuto come TRC, si rivela causa di forti frizioni e cartina al tornasole dei rapporti tra cittadinanza e amministrazioni locali. In questo caso ex-amministrazioni locali, considerato che il nuovo sindaco riccionese, Renata Tosi, insediatadisi nel suo ruolo poco più di una settimana fa, si é dichiarata contraria alla realizzazione del TRC.

Ma tant’é, dopo le vicende, risalenti a qualche mese fa, che hanno riguardato gli espropri e le demolizioni di manufatti privati lungo tracciato riminese del bus più controverso della Riviera (perché alla fin fine si tratterà di un’autolinea da 100 milioni di euro), questa volta “l’incidente” ha avuto come teatro Riccione.

Dove martedì pomeriggio tanti cittadini sono scesi in strada per opporsi all’ennesimo e intollerabile atto di forza di Agenzia Mobilità. Un atto arrogante e prevaricatore che segue di pochi mesi quello avvenuto in via Serra, prima dell’abbattimento di una proprietà di Walter Moretti. Cambiano le località, cambiano i colori delle giunte, ma le perplessità sull’opera restano le medesime.

Il TRC é un’opera costosissima, specie in un momento come questo di forti ristrettezze economiche, interamente finanziata con soldi pubblici.

Tutti si chiedono perché mai la politica sul TRC ha tirato diritto e non si è mai fermata a riflettere sul “costi benefici”, così come dovrebbe fare un amministratore degno di quel nome. Da cosa nasce la difesa a spada tratta di un’opera già vecchia oltre che del tutto inutile ? La risposta in realtà è molto semplice e non richiede neppure la consulenza di massimo esperto. Fiumi di denaro pubblico già spesi, sin dal 1996, con opulente consulenze e incarichi. Ora, la risposta al perché il “TRC must go on”, deve essere cercata unicamente nel rapporto tra spese (già) sostenute e opere realizzate. E ancora di più nella tipologia dell’enormità di spesa che solo in minima parte ha riguardato gli investimenti. Il TRC non è una partita in solitaria tra Rimini e Riccione perché i costi di gestione del TRC graveranno su tutti i comuni del bacino provinciale del trasporto pubblico locale (TPL). Ed è per questo che deve essere fatta chiarezza sui costi per l’interruzione del progetto e deve essere riconsiderata l’opera tenendo conto non solo di quanto è stato speso, ma di quanto costerà a tutti i comuni del bacino del TPL (area Provinciale) sostenere i costi di gestione che, come detto, non graveranno solo su riminesi e riccionesi. Un’opera inutile rispetto alle esigenze del trasporto locale, e di grande impatto ambientale, specie in un territorio come il nostro vocato al turismo.

Il Movimento 5 Stelle, pertanto, ribadisce le forti perplessità, già espresse in passato, nel merito del progetto TRC e sull’iter che ha portato alla sua messa in opera e si impegna, come ha fatto sinora, ad intraprendere ed appoggiare tutte le iniziative, da qualunque parte politica o libera associazione di cittadini esse provengano, finalizzate a rimettere in discussione un’opera che non solo rappresenta un’ ipoteca sulle capacità di spesa delle presenti e delle future amministrazioni, ma anche l’ennesima infrastruttura calata dall’alto e priva di credibili riscontri previsionali in termini di servizi resi alla comunità ed al suo tessuto economico.

I consiglieri del MoVimento 5 Stelle

Arianna Adanti (San Giovanni in Marignano)

Sara Andreazzoli (Santarcangelo)

Daniele Arduini (Morciano)

Luigi Camporesi (Rimini)

Sabrina Casamenti (San Clemente)

Vincenzo Cicchetti (Riccione)

Tiziana Formica (Montefiore)

Carla Franchini (Rimini)

Graziano Gambuti (San Giovanni in Marignano)

Fabio Gennari (Misano)

Francesca Gennari (Misano)

Luca Gentilini (Misano)

Danilo Lombardi (Bellaria)

Mauro Macrelli (Montefiore)

Luca Mazzotta (Santarcangelo)

Marco Morelli (San Giovanni in Marignano)

Gilberto Pedini (San Giovanni in Marignano)

Matteo Piccioni (Misano)

Fulvia Roselli (San Clemente)

Cristian Stacchini (Bellaria)

Gianluca Tamburini (Rimini)

TRC RICCIONE

TRC RICCIONE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Movimento 5 stelle : primo consiglio comunale 2014


 

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Primo Consiglio Comunale

Art.1 Costituzione Italiana

<<L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione>> .

Lunedì 9 giugno 2014 i cittadini Misanesi sono invitati a partecipare al primo consiglio comunale, che si terrà alle ore 20,15 presso la sala consiliare “Nicola Sebastiani” sita in Viale della Repubblica, 140

I cittadini entreranno a far parte delle decisioni e saranno tenuti ad informarsi su quello che accade all’interno del palazzo.

Per la prima volta a Misano , il meetup del movimento 5 stelle verrà fatto in comune, per informarsi e prendere conoscenza.

comune misano adriatico

comune misano adriatico

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

1927 VOLTE GRAZIE

Il Movimento 5 Stelle di Misano ringrazia di cuore tutti coloro che hanno posto la loro fiducia e le loro speranze nella nostra visione di onestà e giustizia.
Voi, 1927, avete scelto liberamente e consapevolmente, tra tanti, 4 cittadini liberi che da oggi saranno i portavoce dei vostri pensieri all’interno del Consiglio Comunale, dove finalmente si respirerà una ventata di aria fresca. Abbiamo creato assieme a voi una comunità di persone sensibili al bene comune, coinvolte e propositive, con il fine unico di costruire e migliorare sempre.
Grazie per averci prestato la vostra voce, non vi deluderemo!

CITTADINI AL PARCO DEL SOLE

CITTADINI AL PARCO DEL SOLE

ARTICOLO PUBBLICATO OGGI 30/05/2014 SU LA VOCE (Grazie per la pubblicazione):

30052014

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)